Tieni il tempo!

Primo appuntamento d’approfondimento MUSICALE dove parleremo di:

  • Musica e movimento
  • Meloritmo
  • Muo-sica di gruppo

MUSICA E MOVIMENTO

Una delle cose che apprezzo maggiormente dell’evoluzione tecnologica è il fatto che ha reso molto più fruibile la musica. Oggi ascoltare musica è decisamente più facile, con pc, smartphone, lettori mp3 e altri strumenti di nuova generazione si può ascoltare sempre musica, la si può scegliere, la si può utilizzare per fare tantissime cose!

Ho sempre pensato che ci fosse una stretta connessione tra musica e movimento: indipendentemente dal genere risulta istintivo e spontaneo seguire il flusso sonoro con il corpo. Batter un piede, muovere la testa, socchiudere gli occhi…

La musica quindi ci aiuta a mettere in connessione il nostro cervello con i muscoli: attraverso l’udito raccogliamo l’informazione sonora e la traduciamo in movimento.

Con questo principio la musica può essere utilizzata per accompagnare alcuni momenti della giornata, un allenamento, un momento di relax, il tempo con gli amici…

Mi è sempre piaciuto guardare le persone che girano con le cuffie, i loro movimenti sono lo specchio della musica che stanno ascoltando, sia da seduti o mentre camminano.

La musica oggi si può portare con sé sempre, può essere la nostra compagna di viaggio in tutte le avventure quotidiane!

img claudio

In questo percorso di approfondimento sulla musica e il movimento voglio però portarvi a riflettere invertendo il punto di vista: il movimento può generare musica?

Vi rispondo con un esercizio pratico:

Prendete una sedia, sedetevi comodamente con entrambi i piedi ben appoggiati a terra, le mani sulle ginocchia.
iniziate a contare nella vostra testa ripetutamente da 1 a 4. continuando a contare battete ad ogni numero la mano sinistra sul ginocchio sinistro… Ecco che ci stiamo muovendo a ritmo.

Provate ora ad alternare mano sinistra e mano destra, 1 d, 2 s, 3 d, 4 s… continuate per un po! cosa ne dite? Provate a fare le stessa cosa con i piedi, alternate battendoli a terra piede destro e piede sinistro. poi mani e piedi insieme piede destro e mano destra insieme e piede sinistro e mano sinistra insieme.

ora associate un suono ad ogni piede e ad ogni mano; suoni diversi tra loro che potete ottenere modificando il modo di percuotere: un pugno ed una mano aperta per le mani, tenendo il tallone appoggiato e schiacciando terra il piede intero per i piedi.

Da questo possono poi nascere un mondo di combinazioni!

Buon divertimento!

Claudio Massa