Tre per uno, uno per tutti

Gioco sensoriale sulla comunicazione che può essere introdotto a compimento di un percorso nel quale i partecipanti abbiano sperimentato esercitazioni sensoriali di base e attività sulla comunicazione verbale e non verbale. Richiede 3 oggetti di colore uguale per ogni squadra (matite o pennarelli colorati vanno bene).
Aggiungendo la componente competitiva è possibile incidere maggiormente anche sullo sviluppo della strategia e cooperazione di gruppo.

Esercitazione:

L’obiettivo del gioco è quello di collezionare gli oggetti colorati sparsi nel campo prima delle altre squadre.
Regole:
Ci sono tre ruoli:
– il Cercatore bendato
– il Vigile muto
– il Navigatore

  1. Il Cercatore è l’unico che può muoversi nello spazio. Il Vigile darà istruzioni al Navigatore (di spalle rispetto al Cercatore ma di fronte rispetto al Vigile) che comunicherà verbalmente al Cercatore come raggiungere gli oggetti.
  2. I Cercatori che raccolgono l’oggetto errato dovranno lasciarlo cadere assieme ad uno oggetto corretto già acquisito e tornare al punto di partenza.
  3. I Cercatori che, anche inavvertitamente, si scontrano tra di loro, dovranno tornare al punto di partenza.
  4. Tutti i membri del trio sperimentano i tre ruoli.

Varianti:

  1. Aggiungere una quarta partita dove le squadre decidono l’assetto ottimale dei ruoli per la competizione finale.
    Con questa variante si prevede la massimizzazione della strategia di squadra in termini di codice per la comunicazione e rispetto delle capacità individuali al servizio della squadra.
  2. Per un target più esperto è possibile modificare il percorso inserendo degli ostacoli, rimpicciolendo lo spazio, aumentando così il rischio di collisioni oppure raggruppando oggetti di diverse squadre nello stesso punto e ancora modificando la componente temporale.

Debriefing (15’)

  • Enunciare almeno 10 aggettivi che descrivano il gioco (in questo modo possiamo osservare se le parole fornite dai partecipanti siano in linea con lo scopo dell’attività.
  • Come avete fatto ad avere successo, qual era la vostra strategia? (ogni squadra definisce il proprio codice di comunicazione)
  • Cosa ha funzionato meno? Quali sono state le difficoltà maggiori?
  • In che altro campo della nostra vita possiamo applicare ciò che abbiamo appreso con questo esercizio?

Stimolo Formativo e feedback:

Sviluppo sensoriale
Fondamentale, per una esperienza completa del gioco, è l’esercitazione fatta da bendati perché faciliterà lo sviluppo di confidenza e fiducia nel team.
I partecipanti avranno la possibilità sperimentare diversi sensi: il cercatore principalmente l’udito e il tatto, il vigile la vista, il navigatore dovrà cercare di utilizzare la voce in maniera chiara e creare la connessione fra vigile e cercatore, ascoltando e interpretando le esigenze di entrambi.

Comunicazione
Questa e’ un’attività che prevede l’utilizzo sia della comunicazione non verbale (i segnali gestuali del Vigile) sia di quella verbale (la voce del Navigatore). La buona riuscita del gioco dipende molto dall’efficacia del codice di comunicazione creato e concordato dal trio. Rispetto ad altri giochi sulla comunicazione verbale che richiedono la creazione di un codice comune di comunicazione, questo gioco offre la possibilità di passare ad un livello successivo, modificando la distanza fra le squadre. In questo modo i disturbi acustici proveniente dagli altri navigatori potrà indurre il trio ad adottare un codice che sia completamente diverso da quello delle altre squadre.

Strategia e collaborazione e leadership
Il gioco richiede la cooperazione dei singoli che dovranno cercare di facilitare il più possibile il compito dei propri compagni. Il Vigile assume anche un ruolo di leader in quanto dovrà, a seconda delle situazioni, operare scelte diverse.  Al fine di favorire una buona collaborazione, prima di ogni partita bisognerà lasciare qualche minuto al trio per discutere la strategia più consona alla realizzazione dei compiti.

Competenze youthpass attivate:

1) Comunicare nella lingua madre

2) Comunicare nelle lingue straniere

3) Competenza matematica e competenze di base scientifiche e tecnologiche

4) Competenza digitale

5) Apprendere ad apprendere

6) Competenze civili e sociali

7) Senso di iniziativa e imprenditorialità

8) Consapevolezza ed espressione culturale

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

RICEVI DIRETTAMENTE NELLA TUA CASELLA EMAIL I NUOVI ARTICOLI PUBBLICATI