Il mio sole e i miei occhiali

Questa attività necessita di uno spazio libero da ostacoli in cui i partecipanti possano muoversi liberamente (palestra o classe coi banchi messi a lato). E’ un gioco utile a migliorare la percezione di sé e degli altri nello spazio, la coscienza dell’interdipendenza che ci lega agli altri e la capacità di elaborare rapidamente una soluzione.

Esercitazione:

Si parte con i partecipanti sparsi nello spazio a disposizione. Dopo aver spiegato le regole, l’insegnate/educatore concede un minuto di tempo ai partecipanti per scegliere il proprio sole e i propri occhiali da sole. La scelta è individuale e non va comunicata agli altri. A questo punto l’insegnante dà il via e i partecipanti hanno 15 secondi (al termine dei quali l’insegnante/educatore griderà STOP!) per muoversi con l’obiettivo di ripararsi dal sole con gli occhiali: dovranno quindi fare in modo che il partecipante da loro scelto come occhiali da sole gli impedisca di vedere il sole (si trovi quindi sulla linea tra il sole e chi si nasconde) e bruciarsi gli occhi.

Stimolo formativo e feedback:

Questo è un gioco abbastanza movimentato e veloce, che abitua a prendere decisioni rapide e a valutare altrettanto rapidamente quanto sta accadendo. Non comunicando ad alta voce le proprie scelte, potrebbe succedere che due partecipanti si scelgano vicendevolmente con ruoli in contrasto (se A sceglie B come occhiali da sole e B sceglie A come sole, mentre A cercherà di nascondersi dietro B, quest’ultimo scapperà per non farsi bruciare), rendendo quasi impossibile che tutti riescano nel loro intento. Una variante utile a fare riflettere è quella che non prevede lo stop, ma che pone come obiettivo finale una situazione statica in cui tutti siano fermi. Il gioco diventerà molto più cerebrale, i partecipanti dovranno dedurre tutti i ruoli per riuscire a organizzarsi, ed emergerà come per uscire dalle situazioni di impasse, sia necessario l’aiuto di un terzo compagno (nell’esempio di A e B la soluzione è che C, gli occhiali da sole di B, si metta tra A e B). A fine attività far riflettere sull’interdipendenza creatasi, confrontandola con l’interdipendenza tra le persone nella vita quotidiana.

 

Competenze youthpass attivate:

1) Comunicare nella lingua madre

2) Comunicare nelle lingue straniere

3) Competenza matematica e competenze di base scientifiche e tecnologiche

4) Competenza digitale

5) Apprendere ad apprendere

6) Competenze civili e sociali

7) Senso di iniziativa e imprenditorialità

8) Consapevolezza ed espressione culturale

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

RICEVI DIRETTAMENTE NELLA TUA CASELLA EMAIL I NUOVI ARTICOLI PUBBLICATI